Mese: novembre 2015

Un libro di psicologia non ti è di alcuna utilità se sei in grado di capirlo!

(Piperita Patty 3 giugno 1972)

Chi non ha mai sognato di avere Snoopy come compagno di giochi  ? Il primo fumetto arrivato sulla luna ( il modulo lunare dell’apollo 10 ),  da cui  ha avuto origine l’evoluzione delle strisce come le conosciamo ora, che ha esplorato  più di tutti gli altri comics la dimensione spirituale  nascosta  dell’animo umano. Abbiamo un bambino con un complesso di inferiorità  , un personaggio semplice e un po’ innocente , forse all’inizio un po’ troppo  saggio, che  piano piano  con gli anni viene circondato da tanti altri personaggi ed è lui a tenere insieme tutto quanto , è lui il personaggio che  piace di più perché  tutti ci  ritrovano parti di se stessi  ed è da lui che prima o poi tornano  perché  lo hanno sempre nel cuore : Snoopy, Woodstock, Linus,Lucy, Schroder, Pig Pen, Patty, Violet e Sally…….

Charlie Monroe  Schulz detto Sparky, figlio di un barbiere emigrato dalla Germania, è stato il bambino che aveva passato la sua infanzia a giocare a baseball e a leggere Braccio di ferro, il ragazzo che si scontrò con il disinteresse o il disprezzo che all’epoca il disegnare fumetti suscitava ( soprattutto quelli rivolti ai bambini) e l’ uomo che perse la madre il giorno prima di partire per il fronte di guerra europeo. Tutta la sua esperienza è riversata in queste migliaia di striscie che per oltre quarant’anni raccontano per immagini la storia di un gruppo di bambini  alle prese con i grandi e piccoli dilemmi della vita mantenendo vivo  il sentimento di scoperta e sorpresa per il mondo in cui vivono e la forza delle parole ,e dei silenzi, sinceri.

Ora un film nelle sale cinematografiche omaggia le creature di questo splendido teatro animato.